mercoledì, agosto 08, 2007

NAPOLI CHE MUORE (64):Coccodrilli domestici.

Un coccodrillo domestico -non sapevo che ne esistessero- è precipitato dal balcone della sua abitazione, nella quale vive da 15 anni, situata al dodicesimo piano nella città di Saratov, a cinquecento chilometri da Mosca, come a dire quasi mezza Italia. Khenar, è questo il suo nome, se l'è cavata con un po' di choc e la rottura di un dente.
.
Per essere proprio pignoli un po' di choc l'hanno avuto anche i passanti, Khenar non è un minicoccodrillo, è lungo un metro, ma a Saratov le cose funzionano, evidentemente, perchè è subito accorsa la Protezione Animali che lo ha preso al laccio e lo ha portato in un ricovero dal quale i badanti che lo accudiscono sono andati a prelevarlo per ricondurlo nella sua abitazione, metterlo a letto e somministrargli un calmante.
.
Speriamo che Khenar non s'incazzi troppo per la sua disavventura e quel dente rotto con chi non lo ha badato abbastanza e non renda loro la vita difficile quando ricevono gli amici. Anche se un coccodrillo dovrebbe ormai ben sapere quanto sia difficile al giorno d'oggi trovare personale di servizio preparato ed efficiente, e quanto occorra chiudere un occhio, per non incorrere in cause di lavoro. Uno soltanto però, per non riprecipitare dal balcone.
.
fonte: Ansa.

21 commenti:

una coccodrilla ha detto...

Oggi non se ne può più con questa servitù, dobbiamo unirci anche noi in sindacato!

amoilmare ha detto...

L'ho sentita stamattina alla radio la notizia e devo dire che mi ha fatto ridere..certo un coccodrillo volante,e soprattutto:
Per quale recondita ragione si dovrebbe tenere un coccodrillo libero per casa?
Io farei ricoverare il proprietario soprattutto.

katarina ivanova ha detto...

Voi italiani non capire cvesto problema. Khenan molti capricci.
Lui vuole sempre dormire in mezzo. Il mio marito non gradire cvesto.

embè ha detto...

Non preoccuparti. Scriveremo al tuo sindacato. Il contratto di una badante non prevede questo. E se non ci risponde faremo un casino sui giornali!

katarina ivanova ha detto...

Grazie per vostro impegno politico.

Ueuè ha detto...

Ma come fate a dormire con un coccodrillo, non è pericoloso?

katarina ivanova ha detto...

No, lui dormire tranquillo ma con pancia sotto e mettere sempre zampe su... aspetta, controllo vocabolario...su mio fodero di cuoio della spada perchè lui geloso e Ivan non piace cvesto.

embè ha detto...

Un bel problema!

katerina ivanova ha detto...

Noi obbligati fare tutto in toiletta mentre Khenan sbatte coda contro porta. E Ivan non amare cvesto. Ma Khenan rotto uovo in mia mano, io come mamma di lui. E anche Ivan molto geloso. Cvesti uomi cvoziente intelligenza zero.

Anonimo ha detto...

Maronna mia del Carmine!

miro ha detto...

Mi viene il dubbio che possa essere stato Ivan a gettarlo giù dal balcone. Chissà come ci è rimasto quando ha ricevuto la telefonata della protezione animali! Però,dodici piani, questo coccodrillo sembra un alieno immortale! Meglio i gabbiani della mia isola.

gilda ha detto...

Ueuè, è da morire!

Ueuè ha detto...

Io vi ringrazio tutti, perchè se c'è qualcosa di valido ed esilarante in questo blog sono proprio i vostri commenti.

Oby ha detto...

Ma siamo sicuri che i coccodrilli siano addomesticabili? No perché a me risulta che i rettili non lo siano? Tantomeno gli anfibi. Quindi per me il coccodrillo si voleva suicidare.

Ueuè ha detto...

E perchè,Oby? Con una "mamma" buona, e magari pure bbona, come katarina, escludo il suicidio, forse davvero Ivan lo ha gettato giù in un raptus di gelosia. Però che forza quando la protezione animali glielo ha riconsegnato!
Ivan dovrà accontentarsi del bagno.
.
E tu, Miro, uomo dell'isola, quando non guardi i gabbiani che fai, leggi i gialli?

vabbè ha detto...

Secondo me questo Kenar è un nano travestito con una corazza da coccodrillo.

embè ha detto...

Ah, questa sì che è buona! E tu come ci saresti arrivato?

vabbè ha detto...

Acume.

katarina ivanova ha detto...

Cvesto assalto privacy mio casato,no...mia dinastia,no...mia famiglia.
La mia madre Galina pezzo grosso KGB.
Voi sporchi capitalisti depravati e primitivi.

Anonimo ha detto...

Ehi, Katarina, vacci piano, qui siamo quasi tutti precari!

un napoletano ha detto...

signora katarì
cca cciabbruceno e' ccervelle!