venerdì, aprile 13, 2007

NAPOLI CHE MUORE:(43) Errore cinese

Ho simpatia per i cinesi, popolo intelligente con un vivo senso pratico e uno spiccato talento commerciale che li sta facendo uscire da una millenaria ingiusta depressione economica attraverso una rivoluzionaria ridistribuzione del capitale mondiale senza spargimenti di sangue. Anche se il commercio, si sa, è per antonomasia anticomunista. Sicuramente la loro protesta milanese è stata provocata dagli ostacoli che la loro organizzazione ha trovato presso le autorità comunali che hanno loro contestato il parcheggio abusivo dei camioncini pieni di merci da scaricare fuori orario, l'ingombro pedonale dei carrelli per il trasporto, i pacchi poggiati a terra per riprendere fiato, e la mancanza di regolari servizi igienici nei loro negozi. E sicuramente persone intelligenti che emigrano dal loro Paese in cerca di fortuna individuale, perchè quella collettiva è ancora troppo magra, non rivendicano diritti attraverso nazionalismi che hanno abbandonato, nè, pur volendo legittimamente conservare e rispettare le proprie tradizioni, si sognano di colonizzare la nazione che li ospita con quella che hanno preferito lasciare. Perciò chi ha consigliato di sventolare la bandiera della Repubblica cinese ha reso loro un maloservizio. Se avessero attuato, infatti, la loro protesta sventolando bandiere italiane, e magari cantando anche l'inno di Mameli, avrebbero sortito ben altro effetto. Perchè noi italiani che siamo sempre stati più esterofili che nazionalisti (mio nonno durante il ventennio si faceva confezionare abiti e camicie a Londra, mia madre, anche durante la guerra, usava Mitsouko di Guerlain, beveva whisky scozzese e ascoltava dischi di Armstrong), noi italiani che passivamente ci siamo fatti americanizzare da un Paese contro cui poi regolarmente ci scagliamo, rimbecillendoci con la sua musica, i suoi film horror, i suoi jeans, i suoi fast food, il suo linguaggio informatico e la sua stessa lingua, noi, davanti ai cinesi sventolanti la nostra bandiera ed urlanti "Flatelli d'Italia", noi ci saremmo sicuramente commossi. Avremmo lanciato messaggi di solidarietà su tutto il territorio, e i milanesi avrebbero loro spalancato le braccia. Il sindaco, per ricambiare la cortesia, avrebbe invitato i cittadini ad esporre sui balconi la bandiera cinese, vigili urbani e polizia avrebbero riposto blocchetti per contravvenzioni e manganelli, associazioni cattoliche avrebbero sfilato cantando un inno intitolato:"Siamo tutti fratelli" composto da un Vasco Rossi convertito alla probità, qualche imprenditore del nord-est avrebbe gridato:"Finalmente! E' giunta l'ora di unire legalmente i nostri marchi di fabbrica!", uno stuolo di trans sostenitori e biricchini si sarebbe discinto avvolgendosi a mo' di pareo nella bandiera rossa personalizzata dalla parola "pacs" ricamata con paillettes -e poi tutti noi, d'estate sulle spiagge, con questo trend. Un mio lontano zio, emigrato da Napoli a Milano, si sarebbe vendicato di mia cugina sua figlia, anche lei emigrata in qualche parte del mondo, per avergli lasciato un cane che gli ha distrutto la casa, consegnandolo a qualche famiglia cinese e proponendo:"Fatene ciò che volete", alla faccia di tutti gli animalisti. Berlusconi non si sarebbe fatto scappare l'occasione e, trattandosi di materiali che non riguardano i conflitti di interesse, avrebbe generosamente inviato una partita di water-close per consentire ad ogni commerciante cinese di mettersi a posto con la legge. I commentatori del blog di Rinaldi che scrivono:"Ma và a cagare!" si sarebbero finalmente sentiti un po' inopportuni e disfattisti, ma, costituitisi in delegazione, avrebbero portato le loro proteste politiche in Cina, da dove, con buona pace di tutti, non avrebbero più potuto fare ritorno. Lapo Elkann avrebbe promosso un nuovo prototipo di utilitaria Fiat supereconomica con civettuoli stemmi della Repubblica cinese stampati a fuoco sugli sportelli. Tutti i radical-chic avrebbero pubblicizzato su una pagina di un loro giornale gli involtini primavera come cibo più idoneo ai bambini da un anno in su. Qualcuno di loro avrebbe anche costituito una ong di volontari per trasferire a passamano la merce cinese ai magazzini dall'inizio alla fine di via Paolo Sarpi. E Marco Travaglio avrebbe letto, sotto lo sguardo compiaciuto di Santoro, una lettera pungente, destinata a tutti quegli italiani che ancora non hanno venduto ai cinesi gli appartamenti che sovrastano i loro negozi, criticando severamente il possesso esclusivo di quei loro cessi domestici, il cui uso andava invece socialmente condiviso, magari, perchè no?, facendo eseguire un buco nel pavimento e sistemandovi una scala a chiocciola. Mi duole dirlo, ma i cinesi questa volta hanno sbagliato. Hanno sbagliato bandiera. E adesso, per favore, non mi chiedete quello che avrebbero fatto i napoletani al posto dei milanesi. Perchè niente avrebbero fatto. Hanno già ceduto tutto, case, magazzini, cessi, suoli stradali e parte del porto. Perchè siamo buoni, noi napoletani, siamo disinteressati e abbiamo un cuore. Capiscimi a me.------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------P.S. Sicuramente alla mia lista di ciò che poteva accadere mancano un sacco di eventi. Per favore, aiutatemi a completarla. Grazie. Vostro affezionatissimo Ueuè.

21 commenti:

Anonimo ha detto...

io qui, in terra straniera l'ho sventolata la bandiera italiana ed ho anche cantato l'inno a squarciagola. Ho passato la dogana indossando la maglietta azzurra con stemma tricolore.
Loro, gli stranieri , mi hanno sorriso un pò preoccupati.
Ma,signori, avevamo vinto i Mondiali e in quei giorni mi sentivo straordinariamente italiana....Scusa uèuè non c'entra niente coi cinesi ma l'orgoglio nazionale in terra straniera è in tema....cazzandra

cazzandra ha detto...

Forza Italia...quella loro!!!!

Anonimo ha detto...

Vedrei un Tronchetti Pirello che si reca in Cina col suo staff per vendere a quel governo tutto il pacchetto delle intercettazioni, e quelli che gli ridono in faccia e gli dicono che sui giochi per bambini hanno già tutto.

vedochiaro ha detto...

Banche il cui blitz politico è fallito che offrono prestiti e mutui agevolati ai cinesi per comprare le case degli italiani indebitati.

vabbè ha detto...

E' prevedibile una causa per risarcimento danni da parte dei cinesi a Berlusconi per avere inviato una partita di water made in China con difetto occulto di fabbrica che ha provocato lesioni al fondo schiena. Nasce una polemica sui giornali e Berlusconi viene accusato dalle sinistre di atti terroristici e di razzismo.

guglielmetti ha detto...

Una signora molto disponibile si toglie lo scendiletto per sistemarlo all'entrata del ristorante cinese sottostante.

lello ha detto...

Esce un titolone sulla prima pagina di un quotidiano nazionale.
CESSI ED ECCESSI DEGLI ITALIANI

embè ha detto...

Torna tua cugina dall'estero, fa la pazza col padre perchè rivuole il cane, ma i cinesi se lo sono già pappato.

un napoletano ha detto...

Cristicchi vince un altro festival con una canzone in cui parla dei napoletani che hanno venduto tutto, anche le lacrime, dalle quali i cinesi hanno ricavato un liquore afrodisiaco che ha soppiantato il viagra.

sansonet ha detto...

Un uomo di scienza cinese scopre un metodo per convertire i rifiuti urbani in pillole ricostituenti e vince il premio Nobel. Ma il ministro Turco lo accusa di voler ridurre il popolo italiano ad una massa di obesi.

vabbè ha detto...

Dopo un ulteriore accordo della Ferrari con la Cina un giornale scandalistico giapponese rivela che la seconda metà del segreto di Fatima riguarda un uomo della Confindustria. Montezemolo si reca in pellegrinaggio rapato a zero.

lello ha detto...

Internet presenta un bambino geneticamente modificato con gli occhi azzurri a mandorla, il naso aquilino, la pelle scura, i capelli ricci biondo cenere, pacifista e asessuato. L'Unità scrive che trattasi dell'Uomo Nuovo. Un famoso astrologo dichiara che è l'Anticristo. Per la prima volta le maestranze delle fabbriche d'armi scioperano. I sindacati tacciono. L'Onu decide di caricare su una navicella spaziale tutte le testate atomiche, con i due Dolce e Gabbana che avevano lanciato una linea di gioielli all'uranio, e di spedire tutto su Marte.

VitoBarese ha detto...

Ave...
spontaneamente in tutte le scuole verranno tolti i crocifissi per far posto a gigantografie del compagno Mao Tsè-Tung, nelle mense verranno introdotte le bacchette e il pane sarà sostituito con il riso. In più il carnevale di Viareggio sostituirà i consueti carri con dragoni di cartapesta.

Anonimo ha detto...

E in mezzo a tutto sto casino il Papa che fa?

ciccillo ha detto...

come che fa? S'incazza!

vabbè ha detto...

Berlusconi perde la causa e paga i danni, ma apre subito un'industria italo-cinese che produce tazze igieniche ergonomiche con lettore incorporato e un cd in omaggio con la sua voce che canta le sue canzoni. Ha un successo enorme e fa tanti altri soldi. Le sinistre, livide, lanciano strali sinistri.

ueuè ha detto...

Mannaggia, questa degli ergonomici volevo scriverla io!

vabbè ha detto...

Ueuè non esagerare. Il blog è tuo, ma il reparto commenti è nostro!

gilda ha detto...

Con l'avvento d'una umanità REALMENTE pacifista Beppe Grillo se ne va in pensione e chiude il blog.

ottoflash ha detto...

Dopo una ricerca araldica scopri che i tuoi avi erano cinesi....e allora ?
Allora i cinesi hanno ragione, poichè :
1.Sono immortali ( quindi diversi da noi) ...non si sa dove vengano seppelliti ( pare ritornino in patria anche orizzontalmente ...è la loro promessa per tanti sacrifici..)
2.In pochissimi ( tanti si contano in giro!!!!!) fanno un lavoro massacrante , voluminoso, economico ( UHAUUU !!!!)
3. Le Triadi ( organizzazioni criminali che si preoccupano della tua detenzione all'estero ) rappresentano il volano della crescita economica
e contribuiscono alla globalizzazione cinese
4.Le Triadi si preoccupano inoltre di te e della tua famiglia in patria, qualora ce ne fosse bisogno...
5. Le Triadi , ancora, sono l'evidente dimostrazione che la mafia e le consorterie criminali italiane non hanno mai capito un fico secco di business, economia aziendale e benefit...
6.Che quegli stupidi cinesi che hanno assalito i vigili di MIlano, altro che giustizia italiana,faranno la fine che si meritano grazie agli scagnozzi delle Triadi, poichè hanno messo a repentaglio i progetti di miliardi di miei compatrioti nascosti nelle varie fabbrichette sotterranee....
7.Che la economia americana( e quindi...) è a un passo dal baratro poichè le riserve economiche gialle ( 900 miliardi di obbligazioni in dollari !!!!) saranno a breve convertite in .......acquisti di immobili e società industriali straniere...
8. Che invece di "made in china" già si scrive jkljkljkljkl ( CINESE E' BELLO )sul 90% di tutto ciò che utilizzi ......e poi .......

cazzandra ha detto...

E poi il colmo per un cinese è sempre stato: "Yoko poco ma yoko"...