sabato, gennaio 20, 2007

NAPOLI CHE MUORE (27):Segnali dal futuro

Conversazione telefonica con una bambina che è il mio futuro:
"Pronto, come stai?"
Non dico mai bugie ai bambini.
"Beh, insomma, diciamo bene. E tu?"
"Io sto malissimo."
"Perchè, che hai?"
"Ma tu lo sai quello che sta accadendo nel mondo?"
Un bambino che fa una domanda del genere ti spiazza perchè non sai a cosa si riferisce, e non vuoi deluderlo mostrandoti impreparato.
"Sì, più o meno, stanno accadendo tante cose..."
"Sta accadendo che si stanno sciogliendo i poli e dove faceva freddo comincia a fare caldo, e ci sono disastri, inondazioni, uragani, e l'umanità è in pericolo..."
"E chi te le ha dette queste cose?"
"Ma che importanza ha chi me le ha dette? Io voglio solo sapere se lo sai."
"Sì, sì, qualcosa so."
"E che possiamo fare?"
C'è una sottile angoscia nella sua voce infantile che si è fatta stridula.
E io non voglio aumentarla quell'angoscia.
Però non voglio dirle bugie. Me ne hanno propinate tante, quando avevo la sua età, e le ho pagate tutte, una per una sulla mia pelle. Che posso dire per rassicurarla?
"Possiamo stare ancora più vicini e volerci ancora più bene."
"E quelli che sono soli?"
Quelli che sono soli. Q-u-e-l-l-i c-h-e s-o-n-o s-o-l-i.
"Dobbiamo cercare di stare più vicini anche a loro."
"Ma tu credi che così ci salviamo?"
Sono sempre più in imbarazzo. Comincio a sudare. Ma non voglio dirle bugie.
"Sono in molti a crederlo."
"E tu ci credi?"
Ho la testa in fiamme, ma io amo questa bambina proprio perchè è così, perchè non mi lascia scampo.
"Diciamo di sì."
"Diciamo?"
Non ho scelta e devo prendere coraggio.
"Ebbene, sì, diciamolo."
Approfitto di qualche attimo di silenzio per sedare il terremoto che ha subito il mio cervello.
"Ci vediamo domani. Ti porto le maschere di carnevale."
"E che me ne faccio?"
"Te le ha chieste la maestra."
"Se la maestra pensa ancora a queste stronzate vuol dire che non ha capito niente." Adesso comincia a girarmi tutto intorno.
"Senti, amore, scusami, ma non mi sento tanto bene, ho bisogno di prendere un po' d'aria. Ti richiamo tra cinque minuti, okay?"
"Okay."
Il futuro sta inviando segnali. E ci sottopone ad esami difficili.
Molto difficili.

11 commenti:

Anonimo ha detto...

leggi la lettera di Gore Vidal nel blog di Beppe Grillo. Ma che vi siete messi d'accordo per affrontare lo stesso argomento? Comunque tu sei pieno di poesia.

gilda ha detto...

gore vidal è un politico che vuol far vincere i democratici spaventando la gente. ma la voce di una bambina è la voce di Dio. forse per questo fa davvero tremare.

amedeo ha detto...

non mi vergogno a dire che ho pianto dopo che ho letto

un napoletano ha detto...

hai ragione anch'io sto avendo segnali, stiamo andando alla deriva

cazzandra ha detto...

mi viene in mente una canzone piena di poesia di Povia : "quando i bambini fanno oh ! " i bambini sanno ancora meravigliarsi mentre noi ci stiamo abituando all'orrore..

volemosebene ha detto...

e c'è chi crede che questi problemi si risolvono usando l'acqua della risciacquatura dei panni per lavare i panni!

volemosebene ha detto...

volevo dire i piatti...questo blog mi ha messo in crisi!

perplesso ha detto...

leggete il post SINTOMI sul blog di Beppegrillo.
Ueuè non sarai tu per caso Beppegrillo?

inconsapevole ha detto...

ogni epoca ha avuto bambini in ogni epoca ci sono stati disastri...i bambini di questa epoca sono soltanto più consapevoli (grazie o per colpa) del bombardamento mediatico che spesso esaspera e sfutta quelle che sono le notizie del momento.(ricordate la pandemia aviaria?)quindi ben venga una generazione sensibile e preparata che saprà affrontare in tempo situazioni che a noi vecchie cassandre possono sembrare irrisolvibili e tragiche. ma oggi bambina mia mettiti la maschera e sorridi era solo un stupido scherzo.....

Ueuè ha detto...

Caro signor Inconsapevole, Lei sembra buono e ottimista forse proprio perchè ha scelto questo nome. Ma uno "scherzo" mediatico che coinvolge tutto il genere umano forse non è proprio uno scherzo. Ed anche quanto è accaduto nel nord-Europa, temo che non lo sia. In ogni modo dobbiamo tutti augurarci che abbia ragione Lei con la Sua inconsapevolezza

Anonimo ha detto...

caro inconsapevole, come si permette ? L'unica Cazzandra sono io! Chiaro ?