venerdì, ottobre 19, 2007

NAPOLI CHE MUORE (109): La direzione

"Buongiorno, doberdan. No, non si aggrappi alla cinghia della sua tracolla, non voglio derubarla. Non sono uno scippatore. Qui non ne abbiamo. Non ancora, almeno."

"Scusi, ma lei che vuole?"

"Voglio sapere soltanto dove va."

"E cosa gliene importa?"

"Se glielo chiedo vuol dire che mi importa."

"Non la capisco."

"Non importa capire. Basta dire dove va."

"E perchè mai glielo dovrei dire? Io non la conosco."

"Le piace camminare?"

"Nemmeno un po'."

"Nemmeno in compagnia?"

"Ancora peggio."

"Ma non l'ha visto il sole? Oggi è magnifico."

"E allora?"

"Ci si muove bene nel sole."

"E allora vada lei. Lei dove va?"

"Io vado qui."

"Qui dove?"

"Qui, su questo muretto dove sta seduta."

"Beh, allora glielo dico, io non vado da nessuna parte."

"Anch'io non ho una direzione."

"Guardi che non ho voglia di parlare."

"D'accordo, però le scarpe."

"Cos'hanno adesso le mie scarpe?"

"Sono piuttosto estive. Zoccoli di silicone."

"Io li porto anche d'inverno, coi calzerotti di lana, sono comodi."

"Molto interessante."

"Interessante cosa?"

"Quello che ha detto. Vuole una sigaretta? No, è inutile frugare nella borsa, tanto le ha dimenticate a casa."

"Ma lei che ne sa?"

"Controlli allora. Vede che ho ragione?"

"Va bene allora me la prendo. Grazie."

"Cosa posso fare per dissipare tutta questa nebbia?"

"Ma se c'è il sole."

"Il sole è fuori, dentro c'è la nebbia. Adesso le canto una canzone."

"Oddio, no, smetta, per favore, lei è stonatissimo, la sua voce è stridente e sbaglia tutte le parole."

"Però sta ridendo."

"E per forza. Lei è proprio assurdo a voler cantare."

"Come i suoi zoccoli d'inverno."

"Beh, forse sì."

"Lo vede che abbiamo trovato una direzione?"

12 commenti:

embè ha detto...

Tre volte brava. Sono tre i racconti con questo stile che hai inventato. Azione che si ricava soltanto attraverso il dialogo.
E sempre divertenti, mai pallosi.
Come faccio a non adorarti, femmina antipromozionale?

VitoBarese ha detto...

Ave...
E tu in che direzione vai Ueuè?

Ueuè ha detto...

@ Vito, io cerco di andare verso Dio, ma il cammino, te l'assicuro, è molto accidentato, pieno di pericoli, e di incontri con individui che si dichiarano persone di fede e poi si rivelano per bel altro, pericolosissimi.
Ma io non demordo!

VitoBarese ha detto...

Ave...
Quindi quel dialogo con quel prete era reale?
Altrimenti potresti essere più chiara?

Ueuè ha detto...

Quale dialogo, Vito, non me li ricordo.

cazzandra ha detto...

Brava, è un vero piacere, io perciò sono assidua e cerco di non perdermi niente.

guglielmetti ha detto...

Tu riesci a trasformare persino la "muffa" del mio ufficio al giornale in un prato verdefiorito
Ciao manigolda

VitoBarese ha detto...

Ave...
Il post 83...
Dovrebbe essere frutto di fantasia, o almeno io l'ho capito così.
Ma allora spiegati, quali sono, secondo te, questi esempi di persone pericolose (per la loro ambiguità)?

Ueuè ha detto...

Che memoria, Vito!
Quel post era finzione nella forma e vero nella sostenza.
Quanto agli individui pericolosi sono quelli che si scagliano, in nome di un cattolicesimo a loro uso e consumo, contro i peccati e vedono demoni dappertutto. E nell'epoca in cui viviamo in cui non i demoni, ma un eccesso scriteriato di licenza, sta creando danni e disordini, tu puoi anche credergli, farti convincere dai suoi modi accattivanti, per quanto i suoi argomenti possano apparirti iperbolici, magari ne subisci anche il fascino che ti fa sentire più al sicuro dai pericoli. Poi scopri che ha una doppia vita, che è la quintessenza dell'ipocrisia, che si è divertito a colpevolizzarti per stronzate, che si autoassolve di continuo, e che è soltanto un sadico ossessionato.
E se non fai in tempo a scappare a gambe levate precipiti nel baratro
delle sue argomentazioni in linea con la tua religione, ma fasulle.
E' accaduto ad una mia amica, e ce n'è voluto per tirarala fuori. Ma c'è gente più sprovveduta che arriva persino a suicidarsi,non reggendo ai sensi di colpa che ti sono stati istillati nell'animo.
Vito, spero d'essere stata esauriente, ti ho fatto quasi un post solo per te!

VitoBarese ha detto...

Ave...
Non riesco a commentare a tutti i post che pubblichi, perchè vai avanti come un treno, però cerco sempre di leggere tutto il possibile.
Credo che tu intenda gente di Chiesa, anche se io sarei più generalizzante.
Ti ringrazio dell'attenzione e del tempo che mi hai dedicato, vado a meditare su quello che mi hai detto.
Mi sa che devo dare ascolto all'astrologa sopra casa mia, l'abito non fa il monaco, ed io voglio fare troppo spesso il buon samaritano, spero che non abbia ragione sul fatto che c'è chi se ne approfitta...
Comunque grazie ancora.

Ueuè ha detto...

Anche gente non di Chiesa,Vito, semplici fanatici.
Ma occorre perdonare perchè per lo più sono malati

VitoBarese ha detto...

Ave...
Allora anche tu sei stata generalizzante...
Buona notte.